Il Centro Internazionale per l’Unità e la Pace

Il piano consiste nella costruzione di un centro internazionale di spiritualità, studio, dialogo e formazione.

I suoi obiettivi saranno:

  • creare uno spazio di incontro e di preghiera tra cristiani di diverse Chiese alla luce del carisma dell’unità di Chiara Lubich;
  • promuovere il rispetto, la tolleranza e la capacità di vivere insieme favorendo la conoscenza reciproca e il dialogo tra i fedeli di diverse religioni;
  • offrire uno spazio di studio e di ricerca in campo interculturale, ecumenico e interreligioso;
  • offrire incontri di scambio, corsi di formazione e attività di volontariato a livello internazionale e locale per giovani adulti e adolescenti; offrire ai giovani cristiani, nei vari luoghi santi legati alla vita di Gesù, opportunità di discernimento vocazionale;
  • offrire incontri e corsi di formazione per giovani ed educatori, specialmente nel campo dell’educazione alla pace;
  • creare percorsi interculturali per i pellegrini e i visitatori della Terra Santa in modo da sviluppare una cultura del dialogo attraverso la conoscenza dell’arte e dei luoghi santi;
  • offrire un messaggio di fraternità e di pace anche agli occasionali visitatori locali e agli abitanti dei dintorni.

Per raggiungere questi obiettivi, il Centro ospiterà:

  • seminari e conferenze sul dialogo ecumenico e interreligioso (ebraico-cristiano, islamico-cristiano, ebraico-cristiano-islamico);
  • studi culturali sul Carisma dell’Unità, in collaborazione con la Scuola Abba;
  • corsi di formazione sulla Sacra Scrittura;
  • percorsi di discernimento vocazionale;
    incontri di preghiera per l’unità e la pace;
  • attività di educazione alla pace per giovani, famiglie, operatori del settore, educatori, ecc;
  • relax e ricreazione per le famiglie locali, con la costruzione di un parco, un’area giochi per i bambini e spazi per concerti e spettacoli.
  • corsi di dialogo tra cristiani offerti in collaborazione con la Cattedra Patriarca Atenagora I – Chiara Lubich dell’Istituto Universitario Sophia, con particolare attenzione alle relazioni tra la Chiesa cattolica, le Chiese ortodosse e le Chiese ortodosse orientali;
  • mostre su vari temi legati alla vita di Chiara Lubich e al Movimento dei Focolari;

Nel ricco e complesso contesto di Gerusalemme, questo Centro per l’Unità e la Pace vorrebbe essere uno spazio aperto a persone di diverse età, culture, credenze e origini. Sarebbe un centro che permette e incoraggia l’incontro e la conoscenza dell’altro, favorendo un’esperienza di autentica fraternità. In particolare, sarebbe uno spazio privilegiato dove i giovani di diversa provenienza possano scoprirsi reciprocamente come partner nella costruzione di un futuro migliore insieme.

Il progetto edilizio

Il 2 agosto 2016, il Comitato di pianificazione e costruzione del distretto di Gerusalemme ha dato l’approvazione finale del piano del “Centro visitatori dei Focolari”.

Il Centro è previsto come una struttura multiuso adatta ad ospitare vari eventi ed iniziative locali ed internazionali.  Si svilupperà su due piani per una superficie totale di 1.180 metri quadrati: un piano inferiore sarà composto da partizioni modulari con la possibilità di sale per seminari, un’area espositiva, una biblioteca e una sala di preghiera; il piano superiore includerà un auditorium per 150 persone, un’area amministrativa e un bar.

Una parte essenziale e importante del progetto è l’area aperta circostante di quasi 8.000 metri quadrati dove si alterneranno aree di riposo e zone verdi, facilitando così la socializzazione e le attività interattive.

Da novembre 2016 a marzo 2018 sono stati effettuati degli scavi per determinare se ci fossero reperti archeologici che richiedevano un piano di conservazione specifico. Una volta completata questa fase, l’autorizzazione è stata concessa e sono quindi in corso i passi per presentare i piani dettagliati agli organi ufficiali al fine di ottenere il permesso di costruzione.